Hitch - Lui si che capisce le donne

Hitch - Lui si che capisce le donne

Reading.

Will Smith, si cimenta in una commedia romantica, ricoprendo il ruolo di Alex Hitchens, per gli amici Hitch

... consulente galante, che capisce le donne e consiglia agli uomini come conquistarle, lo fa credendo nell'amore vero e condannando le scappatelle. Una brutta esperienza ai tempi dell'università, l'ha portato però a rifuggire i sentimenti e a non mettere in pratica i suoi stessi consigli, fino a quando una giornalista di tabloid in carriera, Sara (Eva Mendes- Training day) anch'essa disillusa dall'amore, non conquisterà il suo cuore.
Una regia (Andy Tennant- Tutta colpa dell'amore) inesistente per la solita commedia romantica, infarcita degli immancabili elementi caratteristici del genere: assistiamo a gags, a volte un po' scontate, a volte divertenti, ambientate, come sempre più spesso accade nelle commedie e come pare preferire Tennant, a New York, con attori dalle facce simpatiche e personaggi buffi e teneroni, assolutamente politically correct.
Gli innamorati di turno sono un Will Smith accattivante e sempre più atletico ed Eva Mendes piena di smorfiette poco espressive, ma molto carine, il film però si basa soprattutto sulla buona performance di Smith e di Kevin James (conosciuto in America per aver recitato in alcuni telefilm), che interpreta Albert, un "assistito" di Hitch. Curatissimo lo stile, sia nella scelta dei costumi che degli arredamenti, la colonna sonora ottima e la sceneggiatura piena di frasi che vogliono essere piccole perle di saggezza miste ad umorismo, ma che ogni tanto sanno di già sentito.
Per gli amanti del genere non sarà certo una delusione, non mancano risate, romanticismo e il solito lieto fine, si può scorgere anche una velata riflessione sull'amore e sull'incomunicabilità tra uomo e donna, dovuta alle troppe delusioni.

Frase: Nessuna donna si sveglia la mattina e pensa: "Dio, spero di non essere rapita dal principe azzurro oggi!"