Gasparo Gozzi: vita e le Lettere diverse

Gasparo Gozzi: vita e le Lettere diverse

Gasparo Gozzi Venezia, 1713 - Padova, 1786

Gasparo Gozzi nasce a Venezia nel 1713, da una famiglia nobile ma decaduta. È il primo di undici fratelli, tra i quali Carlo, aspro oppositore del Goldoni. Dopo aver seguito studi di legge e di matematica, sposa la poetessa Luigia Bergalli, alla quale dedica le sue prime opere in rima. Negli anni seguenti, le difficoltà economiche, progressivamente aggravate dalla nascita di cinque figli, lo inducono ad impegnarsi in vari lavori e non tutti fortunati; è insegnante privato, consulente per case editrici e traduttore, specialmente dal greco e dal francese. Nel 1747 è, insieme al fratello Carlo Gozzi, fondatore dell’Accademia dei Granelleschi; tre anni più tardi pubblica le Lettere diverse, che raccolgono un gruppo di scritti di argomento non omogeneo; ad esse fanno seguito le Lettere serie, facete, capricciose, strane e quasi bestiali (1752), che lo rendono celebre a Venezia.

Nel 1760, il Gozzi riesce finalmente a dar vita ad un antico sogno e fonda una rivista, “La gazzetta veneta” (1760-1761), alla quale seguiranno Il mondo morale (1760), una specie di romanzo allegorico a puntate, e infine il periodico “L’osservatore veneto” (1761-1762). Intanto continua a comporre le Rime piacevoli d’un moderno autore e i Sermoni in versi (1741-1781). Svolge anche attività critica; tra i suoi saggi è famoso il Giudizio degli antichi poeti sopra la moderna censura di Dante (1758). Muore a Padova, dove si è trasferito dopo le seconde nozze, nel 1786.
Le Lettere diverse (1750) e le Lettere serie, facete, capricciose, strane e quasi bestiali (1752) rivelano alcune qualità costanti nella prosa del Gozzi, che è un attento osservatore della realtà. Attratto dai particolari, riesce a coglierli e a descriverli con fine umorismo, o a tradurli in impressioni di immediata e quasi visiva evidenza.

“La gazzetta veneta” è una rivista modellata su esemplari inglesi; contiene articoli di costume e resoconti vivaci delle cronache veneziane, ma anche informazioni pratiche, destinate a incrementare la vendita del giornale, come prezzi delle merci, annunci economici, orari di utilità pubblica e così via. Gli articoli, scritti in lingua agile e scorrevole, raccontano gli episodi di cronaca e di costume in modo spesso pittoresco; la trovata più curiosa è quella di presentare gli annunci economici sotto forma di brevi novelle. Il Gozzi si rivela critico letterario e teatrale attento, misurato e acuto; una testimonianza significativa sono, ad esempio, le recensioni sull’allestimento dei Rusteghi e della Casa nova del Goldoni o su altri eventi culturali di un qualche rilievo.

 

Following pages
Platone, riassunto filosofia e pensiero
Platone, riassunto filosofia e pensiero
Versioni latine del Flocchini
Versioni latine del Flocchini
Spinoza: sintesi del pensiero
Spinoza: sintesi del pensiero
La peste di Camus: analisi
La peste di Camus: analisi
Amleto - Riassunto atto 2
Amleto - Riassunto atto 2
Il Futurismo nell’arte, tesina
Il Futurismo nell’arte, tesina
Giovanni Verga: riassunto
Giovanni Verga: riassunto
De bello gallico (Libro II) - Cesare
De bello gallico (Libro II) - Cesare
Martha Nussbaum "il guidizio del poeta"
Martha Nussbaum "il guidizio del poeta"