We use cookies to track usage and preferences

Filosofia di Fichte: riassunto

Filosofia di Fichte: riassunto

Fichte. Crisi del kantismo

Il pensiero kantiano era visto come un insieme di intuizioni particolari, che attendevano di essere riorganizzate, per queste ci sono i post- kantiani


Fichte nacque in Sassonia 1762 (romanticismo). Fu aiutato da un aristocratico (finanziariamente) che lo adottò e gli permise di studiare Rousseau e Kant (lo conobbe realmente) a cui consegnò un saggio : “saggio di una critica di ogni rivelazione”. Kant lo fece pubblicare in modo anonimo ma poi i critici lo attribuirono a lui quindi rivelò il nome dell’autore così F. divenne famoso e ottenne a Jena la cattedra dove insegnò per 5 anni, qui passò dal criticismo all’idealismo. Nel 1799  si lascia coinvolgere dalla cosiddetta POLEMICA sull’ATEISMO che avrà come conseguenza le sue dimissioni dall’università di jena. Trasferitosi a Berlino venne in contatto con il circolo romantico a cui facevano parte i fratelli Schlegel ma anche questa volta avvelenò i rapporti. Gli anni berlinesi vedono anche un’astiosa polemica con Schelling. Insegnò a Erlanger (ma solo nei mesi estivi) poi a Konigsberg, e poi all’università di Berlino appena fondata. Morì nel 1814 al culmine della guerra contro Napoleone avendo contatto il tifo dalla moglie.



Per fondare il criticismo su un solido terreno, occorre individuare un principio assolutamente primo e incondizionato, dal quale l’intero sapere possa essere dedotto in forma sistematica, così la filosofia può diventare sempre più scienza delle scienze, oppure dottrina della scienza, principio primo non può essere puramente formale, anzi si deve realizzare una perfetta unità di forma e di materia la forma deve essere immediata espressione del contenuto e il contenuto deve determinare la forma. La dottrina della scienza non dipende della logica perché non vi sono leggi generali del pensiero che valgono indipendente dal contenuto. La logica stessa trova il proprio fondamento nel principio assoluto. Il principio primo non può essere un fatto dell’esperienza e della coscienza empirica esso non deve essere già un fatto ma un ATTO libero attraverso il quale la coscienza si auto determina. L’intera scienza si fonda sull’atto di auto posizione del soggetto, attraverso il quale l’io conferisce realtà a se stesso. Tale attività del soggetto si articola in tre momenti.


I tre principi della dottrina della scienza:  TESI - il principio dell’identità  ANTITESI - il principio di opposizione    SINTESI - il principio di ragione.
Il primo principio suona : l’io pone se stesso cioè a causa del proprio essere. Io indica quello che per Kant era il soggetto trascendentale → l’io penso.
Per F. l’io è anche fondamento della morale, non solo della conoscenza. Questo è il principio dell’identità che può fungere come punto di partenza del discorso. La coscienza dell’identità dell’io con se stesso coincide con il riconoscimento dell’attività con cui l’io pone la sua stessa realtà. Questo principio è detto tetico in quanto occupa la posizione della tesi.


Ad esso si contrappone il secondo principio come antitetico: all’io è opposto assolutamente un non io. L’io oppone a se stesso un non io cioè pone una realtà che ha i caratteri opposti a quelli dell’io, realtà che è il contrario della soggettività e si presenta come indipendente da essa come oggetto. La produzione del Non – io da parte dell’io è quindi una forma di autolimitazione dell’io, il quale pone esso stesso ciò che lo limita. La contrapposizione tra io e non io provoca nell’io puro una riflessione, la quale genera la coscienza.
Maybe you might be interested
Maybe you might be interested
Maybe you might be interested
Following pages
Seneca il Vecchio
Seneca il Vecchio
Antonio Canova: biografia breve
Antonio Canova: biografia breve
Da Gutenberg al libro elettronico. Modi e strumenti della comunicazione: saggio breve
Da Gutenberg al libro elettronico. Modi e strumenti della comunicazione: saggio breve
Schema sull’ovogenesi
Schema sull’ovogenesi
La peste nel campo greco, parafrasi
La peste nel campo greco, parafrasi
Processo di democratizzazione dell’Italia
Processo di democratizzazione dell’Italia
In quell’età ch’io misurar solea Gianbattista Felice Zappi
In quell’età ch’io misurar solea Gianbattista Felice Zappi
Ariosto: pensiero, poetica e personalità
Ariosto: pensiero, poetica e personalità
Dormono selve - Quasimodo
Dormono selve - Quasimodo