We use cookies to track usage and preferences

Fenomeni elettrici del cuore

Fenomeni elettrici del cuore

I primi Fenomeni Elettrici del Cuore furono scoperti nel 1256 da Kollikker

.... questi osservarono che se in un cuore di rana isolato si collocava un nervo sciatico di un'altra rana, ciascuna sistole provocava la contrazione del muscolo della gamba. Dalla metà dell'800 in poi furono sperimentati un gran numero di apparecchi vari validi per la registrazione dell'attività elettrica,ma soltanto nel 1903 un prof , di fisiologia inventò un Galbanometro a corde che amplificava i segnali elettrici provenienti dal cuore registrandoli su carta affumicata o carta fotografica. L'attività elettrica del cuore deriva dall'attività elettrica delle singole cellule, questa attività relativamente bassa è dell'ordine di 2-3 mV; questi non essendo registrabili, vengono identificati sulla superficie corporea tramite l'elettrocardiogramma che mostra la frequenza degli impulsi elettrici che si susseguono nel miocardio a partire dalle sollecitazioni che si propagano dal nodo seno atriale.
Following pages
La spettroscopia: relazione di fisica
La spettroscopia: relazione di fisica
Tracheofite e Pteridofite
Tracheofite e Pteridofite
Stanno immobili le stelle
Stanno immobili le stelle
Magia e Scienza a confronto
Magia e Scienza a confronto
Promessi sposi e promessi paperi a confronto
Promessi sposi e promessi paperi a confronto
De Bello Gallico VI, 25: La foresta Ercinia
De Bello Gallico VI, 25: La foresta Ercinia
Orlando Innamorato: analisi del proemio
Orlando Innamorato: analisi del proemio
Non indagare che cosa ti riservi il futuro - Orazio
Non indagare che cosa ti riservi il futuro - Orazio
Commento de "Il Pastor Fido"
Commento de "Il Pastor Fido"