Fedro, Appendice Perottina: L’orso affamato

Fedro, Appendice Perottina: L’orso affamato

Latino: dall'autore Fedro, opera Appendice Perottina parte L’orso affamato

Famam acuere animantibus ingeniumSi quando in silvis urso desunt copiae,scopulosum ad litus currit et prendens petrampilosa crura sensim demittit vado;quorum inter villos haeserunt cancri simul,in terram adsiliens excutit praedam maris,escaque fruitur passim collecta vafer Che la fame acuisce l'ingegno ai viventi Se a volte nelle selve all'orso mancano le forze, corre alla rocciosa spiaggia e prendendo una pietra piano piano immette le pelose zampe nell'acqua: appena i granchi si sono attaccati tra i peli di esse, balzando sulla terra scuote la preda del mare, e furbo fruisce dell'esca raccolta qua e là
Maybe you might be interested
Ergo etiam stultis acuit ingenium fames Dunque anche agli stolti la fame acuisce l'ingegno
Maybe you might be interested
Following pages
Igino, Fabulae: Dafne
Igino, Fabulae: Dafne
Virgilio, Eneide: Libro 11 - IL LAMENTO DI EVANDRO
Virgilio, Eneide: Libro 11 - IL LAMENTO DI EVANDRO
Seneca, Naturales Quaestiones: Libro 02; 56-59
Seneca, Naturales Quaestiones: Libro 02; 56-59
Cicerone, De officiis: Libro 01 - Parte 05
Cicerone, De officiis: Libro 01 - Parte 05
Virgilio, Eneide: Libro 03 - COMMIATO E PARTENZA
Virgilio, Eneide: Libro 03 - COMMIATO E PARTENZA
Igino, Fabulae: Pitone
Igino, Fabulae: Pitone
Properzio, Elegie: Libro I, Elegia XIX
Properzio, Elegie: Libro I, Elegia XIX
Plauto, Amphitruo: Actus II, 633-674
Plauto, Amphitruo: Actus II, 633-674
Plauto, Miles Gloriosus: Argumentum II
Plauto, Miles Gloriosus: Argumentum II