Dormono selve - Quasimodo

Dormono selve - Quasimodo

La seconda raccolta di poesie di Quasimodo, Oboe sommerso (1932) è forse la più tipicamente ermetica

Un tema ricorrente nei versi di questo periodo è il doloroso distacco dalla propria terra d'origine. In una condizione esistenziale desolata, in cui paiono disseccate le fonti della vita spirituale, si affaccia il ricordo di un remoto paese dell' infanzia, immerso in un'aura di mito: selve, pianure immobili al sole, acque e terre, gesti antichi che evocano nella Sicilia dell'infanzia quella della grecità classica. Questo lo possiamo ricavare dalla lettura, ma il poeta ha taciuto il suo tema esistenziale: resta indefinito a chi si rivolga col tu; con una tecnica di astrazione lirica tipica del Novecento, vengono espresse emozioni prive di circostanze e di un contesto discorsivo che le esplicitino.