Cusano: dotta ignoranza e coincidentia oppositorum

Cusano: dotta ignoranza e coincidentia oppositorum

Nicolò Cusano è un teologo-filosofo che si è occupato del problema della conoscenza secondo il principio della dotta ignoranza

Cusano dice che la nostra mente è finita, mentre la conoscenza è infinita: ma quale relazione può esserci tra finito e infinito?

La dotta ignoranza: Per essere rigorosamente logici, noi siamo eterogenei rispetto alla conoscenza, e quindi non potremmo mai entrare in contatto con essa. Cusano però, ci dimostra che questo non è vero, e per farlo porta l'esempio di un poligono inscritto in una circonferenza. 


Il poligono tocca la circonferenza come minimo in tre punti (se è un triangolo), o in molti di più se e ha più lati: più il numero di lati aumenta, più il poligono si avvicina al cerchio, senza pero mai arrivare a coincidere con esso, se non all'infinito. Solo all'infinito quindi la nostra mente finita coinciderà con la sapienza infinita: questa è la dottrina della dotta ignoranza.
Notifications