We use cookies to track usage and preferences

Cicerone, In Verrem: 02; 05-26-30

Cicerone, In Verrem: 02; 05-26-30

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 05-26-30

[XXVI, 65] 'Coniectura est

' Iudex esse bonus nemo potest qui suspicione certa non movetur

Hominem nostis, consuetudinem omnium tenetis,qui ducem praedonum aut hostium ceperit, quam libenter eum palam ante oculos omnium esse patiatur

Hominem in tanto conventu Syracusis vidi neminem, iudices, qui archipiratam captum sese vidisse diceret, cum omnes, ut mos est, ut solet fieri, concurrerent, quaererent, videre cuperent

Quid accidit cur tanto opere iste homo occultaretur ut eum ne casu quidem quisquam aspicere posset

Homines maritimi Syracusis, qui saepe istius ducis nomen audissent, saepe timuissent, cum eius cruciatu atque supplicio pascere oculos animumque exsaturare vellent, potestas aspiciendi nemini facta est
[XXVI, 65] una congettura

Nessuno può essere un buon giudice se non si lascia guidare da una opposizione ben fondata

Voi conoscete il nostro uomo e non vi sfugge la consuetudine da tutti -chi ha catturato un capo corsaro o un condottiero nemico, con grande piacere consente che sia pubblica mente esposto agli occhi di tutti

In mezzo alla colonia di cittadini romani stanziata a Siracusa non ho visto uno, o giudici, non uno che dicesse di aver visto il capo dei pi rati prigioniero, benché tutti secondo l'abitudine, come accade normalmente, accorressero in folla, ne chiedessero notizie, fossero avidi di vederlo

Cosa accadde, per cui quest'individuo venne tenuto nascosto così gelosamente che nessuno poté scorgerlo neppure per caso

La gente di mare che vive a Siracusa aveva spesso sentito citare il no me di questo capo, spesso ne aveva provato timore, desiderando pascere i propri occhi e saziare la propria anima con la vista delle torture e dell'esecuzione capitale di quell'uomo, ebbene, a nessuno fu data la possibilità di scorgerlo
Maybe you might be interested
[66] Unus pluris praedonum duces vivos cepit P Servilius quam omnes antea

Ecquando igitur isto fructu quisquam caruit, ut videre piratam captum non liceret

At contra, quacumque iter fecit, hoc iucundissimum spectaculum omnibus vinctorum captorumque hostium praebebat; itaque ei concursus fiebat undique ut non modo ex iis oppidis qua ducebantur sed etiam ex finitimis visendi causa convenirent

Ipse autem triumphus quam ob rem omnium triumphorum gratissimus populo Romano fuit et iucundissimus

Quia nihil est victoria dulcius, nullum est autem testimonium victoriae certius quam, quos saepe metueris, eos te vinctos ad supplicium duci videre

[67] Hoc tu quam ob rem non fecisti
[66] Publio Servilio da solo riuscì a catturare vivi più capi corsari che non tutti i condottieri che lo precedettero

Ora, quando mai qualcuno fu privato di questa soddisfazione, cioè del permesso di vedere un pi rata prigioniero

Al contrario, invece, dovunque si tro vasse a passare, egli concedeva a tutti questo piacevolissi mo spettacolo offerto dai nemici incatenati e prigionieri; perciò accorreva da ogni parte una folla così numerosa che nella calca si trovava gente proveniente non solo dal le città attraverso le quali passava il corteo, ma anche dai paesi vicini per assistere

Riguardo poi al trionfo celebrato da Servilio, per qual motivo fu il più gradito e il più piacevole di tutti i trionfi agli occhi del popolo romano

Perché niente è più dolce della vittoria, e poi nessuna prova attesta con maggior sicurezza la vit toria che il veder condurre al supplizio incatenati quelli che spesso ci hanno gettati nel terrore

[67] Per qual motivo tu non ti sei comportato così
Maybe you might be interested
Quam ob rem ita pirata iste occultatus est quasi eum aspici nefas esset

Quam ob rem supplicium non sumpsisti

Quam ob causam hominem reservasti

Ecquem scis in Sicilia antea captum archipiratam qui non securi percussus sit

Unum cedo auctorem tui facti, unius profer exemplum

Vivum tu archipiratam servabas: quo

Per triumphum, credo, quem ante currum tuum duceres; neque enim quicquam erat reliquum nisi uti classe populi Romani pulcherrima amissa provinciaque lacerata triumphus tibi navalis decerneretur

[XXVII, 68] Age porro, custodiri ducem praedonum novo more quam securi feriri omnium exemplo magis placuit

Quae sunt istae custodiae

Apud quos homines, quem ad modum est adservatus
Per qual motivo questo pirata è stato occultato proprio come se fosse un delitto vederlo

Per qual motivo non ne hai ordinato l'e secuzione

Per quale ragione hai risparmiato quell'indi viduo

Ti risulta forse che qualche capo pirata, catturato in Sicilia prima d'allora, non abbia avuto la testa mozza ta dalla scure

Fuori il nome di uno solo che possa aver ispirato il tuo operato, citami l'esempio di uno solo

Tu tenevi in disparte, vivo, il capo dei pirati: con quale in tenzione

Sta a vedere che pensavi di spingerlo davanti al tuo cocchio durante il trionfo; infatti ormai non resta va altro da fare che decretarti il trionfo navale, visto che una bellissima flotta del popolo romano era andata per duta e la provincia recava i segni della devastazione

[XXVII, 68] Ma spingiamoci più in là e ammettiamo che tu, se guendo un nuovo sistema, abbia preferito tenere imprigionato il capo dei corsari piuttosto che mozzargli la te sta con la scure come vuole la prassi seguita da tutti in questi casi

Ma in che cosa consiste questa prigione

Chi l'ha avuto in custodia, come è stato sorvegliato
Maybe you might be interested
Lautumias Syracusanas omnes audistis, plerique nostis

Opus est ingens, magnificum, regum ac tyrannorum; totum est e saxo in mirandam altitudinem depresso et multorum operis penitus exciso; nihil tam clausum ad exitum, nihil tam saeptum undique, nihil tam tutum ad custodiam nec fieri nec cogitari potest

In has lautumias, si qui publice custodiendi sunt, etiam ex ceteris oppidis Siciliae deduci imperantur

[69] Eo quod multos captivos civis Romanos coniecerat, quod eodem ceteros piratas condi imperarat, intellexit, si hunc subditivum archipiratam in eandem custodiam dedisset, fore ut a multis in lautumiis verus ille dux quaereretur
Tutti avete sentito parlare delle latómie di Siracusa e parecchi di voi le conoscono personalmente

Si tratta di un'opera imponente e grandiosa, cui hanno messo mano re e tiran ni; la località nel suo complesso è costituita da rocce sca vate fino a una profondità sorprendente, tagliate fin nel le viscere della terra dal lavoro di molti uomini; non si potrebbe costruire e neppure immaginare nessun carcere meglio sbarrato nelle sue uscite, più perfettamente chiu so da tutti i lati, più sicuro ai fini della custodia dei pri gionieri

Se si devono rinchiudere dei detenuti nelle pri gioni di Stato, è in queste latómie che le autorità li fanno tradurre, anche dalle altre città della Sicilia

[69] Poi ché lì aveva gettato, dopo il loro arresto, molti cittadini romani, poiché ancora lì aveva fatto internare tutti gli al tri pirati, Verre si rese conto che, se avesse rinchiuso in quella medesima prigione il finto capo corsaro da lui sostituito a quello vero, quest'ultimo sarebbe stato cercato nelle latómie da un bel numero di persone
Maybe you might be interested
Itaque hominem huic optimae tutissimaeque custodiae non audet committere, denique Syracusas totas timet, amandat hominemquo

Lilybaeum fortasse

Video; tamen homines maritimos non plane reformidat

Minime, iudices

Panhormum igitur

Audio; quamquam Syracusis, quoniam in Syracusano captus erat, maxime, si minus supplicio adfici, at custodiri oportebat

[70] Ne Panhormum quidem

Quo igitur

Quo putatis
Perciò non osa associare il suo uomo a questo carcere di massima si curezza che pure si presenta come il più adatto, poi arri va addirittura a temere l'intera città di Siracusa, decide di mandarlo lontano - dove

Forse a Marsala

Capisco ; questo dimostrerebbe che, nonostante tut to, egli non ha nessun motivo per temere gli abitanti di una località di mare

E invece no, o giudici

Allora a Palermo

Ascolto; per quanto, visto che era stato catturato nel mare di Siracusa, se proprio non lo si voleva giustiziare in questa città, sarebbe stato per lo meno opportuno tenerlo incarcerato lì piuttosto che al trove

[70] E invece no, neppure a Palermo

E allora dove

Dove mai credete che l'abbia mandato
Maybe you might be interested
Ad homines a piratarum metu et suspicione alienissimos, a navigando rebusque maritimis remotissimos, ad Centuripinos, homines maxime mediterraneos, summos aratores, qui nomen numquam timuissent maritimi praedonis, unum te praetore horruissent Apronium, terrestrem archipiratam

Et ut quivis facile perspiceret id ab isto actum esse ut ille suppositus facile et libenter se illum qui non erat esse simularet, imperat Centuripinis ut is victu ceterisque rebus quam liberalissime commodissimeque adhiberetur
Presso gli abitanti di Centúripe, una popolazione quanto mai lon tana dall'aver paura dei pirati, di cui non sospetta neanche l'esistenza, tutta gente assolutamente estranea alla navigazione e alle cose del mare, agricoltori per eccellen za, situati come sono nella parte più interna dell'isola; uomini che non avevano mai avuto occasione di temere il nome di un predone di mare, mentre, durante il tuo go verno, erano stati percorsi da brividi di terrore solo di fronte ad Apronio, capo dei briganti di terraferma

E come anche il primo venuto avrebbe facilmente capito che Verre aveva adottato queste misure affinché quel falso sostituto accondiscendesse senza far storie a fingere di essere quello che non era, Verre intanto ordina agli abitanti di Centúripe di trattare il prigioniero, nel vitto e in tutto il resto, con la massima generosità e di non fargli mancare nessuna comodità
Maybe you might be interested
[XXVIII, 71] Interea Syracusani, homines periti et humani, qui non modo ea quae perspicua essent videre verum etiam occulta suspicari possent, habebant rationem omnes cotidie piratarum qui securi ferirentur; quam multos esse oporteret, ex ipso navigio quod erat captum et ex remorum numero coniciebant

Iste, quod omnis qui artifici aliquid habuerant aut formae removerat atque abduxerat, reliquos si, ut consuetudo est, universos ad palum alligasset, clamorem populi fore suspicabatur, cum tanto plures abducti essent quam relicti; propter hanc causam cum instituisset alios alio tempore producere, tamen in tanto conventu nemo erat quin rationem numerumque haberet, et reliquos non desideraret solum sed etiam posceret et flagitaret
[XXVIII, 71] Frattanto i Siracusani, uomini di larga esperienza e di naso fino, che erano in grado non solo di vedere le cose lampanti, ma anche di indovinare quelle nascoste, tenevano il conto giornaliero di tutti i pirati che venivano decapitati; a quanto dovessero ammontare i prigionieri, lo deducevano dal tonnellaggio della nave catturata e dal numero dei remi

Ora, Verre aveva messo da parte e si era portato via tutti quelli che erano dotati di una qual che abilità tecnica o di particolare bellezza, perciò se, co me vuole la consuetudine, avesse legato al palo gli altri tutti insieme, aveva motivo di temere che il popolo avrebbe strepitato, dato che i corsari portati via erano tanto più numerosi di quelli rimasti; nonostante avesse deciso proprio per questa ragione di mandarli al patibolo in tempi diversi, in mezzo alla colonia di cittadi ni romani ivi stanziata tuttavia non vi era nessuno che non tenes se un conto preciso del numero dei prigionieri, e la folla non si limitava a lamentare l'assenza dei pirati mancanti, ma ne reclamava pure fermamente e insistentemente la presenza
Maybe you might be interested
[72] Cum magnus numerus deesset, tum iste homo nefarius in eorum locum quos domum suam de piratis abduxerat substituere et supponere coepit civis Romanos, quos in carcerem antea coniecerat; quorum alios Sertorianos milites fuisse insimulabat, et ex Hispania fugientis ad Siciliam adpulsos esse dicebat, alios, qui a praedonibus erant capti, cum mercaturas facerent aut aliquam ob causam navigarent, sua voluntate cum piratis fuisse arguebat

Itaque alii cives Romani, ne cognoscerentur, capitibus obvolutis e carcere ad palum atque ad necem rapiebantur, alii, cum a multis civibus Romanis cognoscerentur, ab omnibus defenderentur, securi feriebantur
[72] Mancandone un gran numero, ecco che questo sciagurato, al posto di quei pirati che aveva sot tratto per portarli a casa sua, si mise a sostituire sistema ticamente dei cittadini romani che aveva buttato prece dentemente in carcere; ad alcuni gettava addosso l'accu sa di essere stati soldati di Sertorio e sosteneva che, fug gendo dalla Spagna, erano approdati in Sicilia, altri li incolpava di essersi volontariamente associati ai corsari dopo che questi ultimi li avevano catturati mentre atten devano ai loro commerci o stavano navigando per qual che altro motivo

Perciò alcuni cittadini romani, perché non venissero riconosciuti, erano trascinati fuori dal car cere, legati al palo e giustiziati con il capo avvolto , altri poi, pur essendo riconosciuti da molti cittadini romani, nonostante che tutti cercassero di inter venire a loro difesa, venivano ugualmente decapitati
Maybe you might be interested
Quorum ego de acerbissima morte crudelissimoque cruciatu dicam cum eum locum tractare coepero, et ita dicam ut, si me in ea querimonia quam sum habiturus de istius crudelitate et de civium Romanorum indignissima morte non modo vires verum etiam vita deficiat, id mihi praeclarum et iucundum putem

[73] Haec igitur est gesta res, haec victoria praeclara: myoparone piratico capto dux liberatus, symphoniaci Romam missi, formosi homines et adulescentes et artifices domum abducti, in eorum locum et ad eorum numerum cives Romani hostilem in modum cruciati et necati, omnis vestis ablata, omne aurum et argentum ablatum et aversum

[XXIX]At quem ad modum ipse se induit priore actione
Della loro morte straziante e delle loro atroci torture io parlerò quando comincerò a trattare questo problema specifico, e ne parlerò in termini tali che, se in quella vi brata protesta di cui intendo farmi portavoce a proposito della crudeltà dell'imputato e della morte immeritata e scandalosa di cittadini romani dovessi perdere non solo le forze ma anche la vita, questo, ve lo assicuro, sarà per me motivo di gloria e di compiacimento

[73] Eccola dunque l'impresa di Verre, eccola la sua brillante vitto ria: una volta catturata la goletta dei pirati, il capo fu liberato, i musicanti furono mandati a Roma, gli uomini che si segnalavano per la prestanza fisica o per la giovane età o per particolari abilità tecniche se li prese lui per por tarli a casa sua, al loro posto e in numero uguale furono torturati e uccisi dei cittadini romani trattati come nemi ci, tutte le stoffe furono rubate, tutto l'oro e l'argento fu rubato e incamerato

[XXIX]Ma in che trappola si è andato a cacciare da se stesso nel corso del primo dibattito
Maybe you might be interested
Qui tot dies tacuisset, repente in M Anni, hominis splendidissimi, testimonio,cum is civem Romanum dixisset, archipiratam negasset securi esse percussum,exsiluit conscientia sceleris et furore ex maleficiis concepto excitatus; dixit se, quod sciret sibi crimini datum iri pecuniam accepisse neque de vero archipirata sumpsisse supplicium, ideo se securi non percussisse; domi esse apud sese archipiratas dixit duos

[74] O clementiam populi Romani seu potius patientiam miram ac singularem

Civem Romanum securi esse percussum M Annius, eques Romanus, dicit, taces: archipiratam negat, fateris
Per tanti giorni aveva ta ciuto, poi venne la testimonianza di Marco Annio, un personaggio molto ragguardevole,- il quale ebbe a dichia rare che Verre aveva fatto decapitare non già il capo dei pirati ma un cittadino romano- a questo punto, improv visamente, il nostro imputato scattò in piedi, eccitato dalla consapevolezza del delitto e dalla violenta eccita zione suscitata in lui dall'accumularsi delle sue malefat te, e affermò che egli in realtà prevedeva che gli avrebbe ro lanciato quell'accusa che si era lasciato corrompere dal denaro e non aveva giustiziato il vero capo dei pirati, ed era proprio questo il motivo per cui non l'aveva fatto de capitare; dichiarò anzi che presso di sé, in casa sua, i capi pirati erano addirittura due

[74] Veramente ammire vole e straordinaria è la clemenza, o piuttosto la tolleran za, del popolo romano

Il cavaliere romano Marco An nio sostiene che è stato decapitato un cittadino romano, tu taci; poi esclude che la stessa sorte sia toccata al capo dei pirati, tu lo ammetti
Maybe you might be interested
Following pages
Virgilio, Eneide: Libro 05 - LA BENEFICA PIOGGIA DI GIOVE
Virgilio, Eneide: Libro 05 - LA BENEFICA PIOGGIA DI GIOVE
Cicerone, In Verrem: 01; 16-18
Cicerone, In Verrem: 01; 16-18
Cicerone, Cicerone ad Attico: 03,01
Cicerone, Cicerone ad Attico: 03,01
Seneca, De Clementia: 02; 01-02
Seneca, De Clementia: 02; 01-02
Sallustio, Bellum Iugurthinum: Parte 46-50
Sallustio, Bellum Iugurthinum: Parte 46-50
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 18, Paragrafi 70-123
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 18, Paragrafi 70-123
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 15, Paragrafi 01-20
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 15, Paragrafi 01-20
Valerio Massimo, Detti e fatti memorabili: Libro 06 - Parte 01
Valerio Massimo, Detti e fatti memorabili: Libro 06 - Parte 01
Cicerone, In Verrem: 01; 06-10
Cicerone, In Verrem: 01; 06-10