Cicerone, In Verrem: 02; 05-16-20

Cicerone, In Verrem: 02; 05-16-20

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 05-16-20

[XVI, 40] Cum ad te Valentini venissent et pro iis homo disertus ac nobilis, M Marius, loqueretur, ut negotium susciperes, ut, cum penes te praetorium imperium ac nomen esset, ad illam parvam manum exstinguendam ducem te principemque praeberes, non modo id refugisti, sed eo ipso tempore, cum esses in litore, Tertia illa tua, quam tu tecum deportaras, erat in omnium conspectu; ipsis autem Valentinis ex tam inlustri nobilique municipio tantis de rebus responsum dedisti, cum esses cum tunica pulla et pallio [XVI, 40] Essendo venuti da te gli abitanti di Valenza e Marco Mario, persona eloquente e d'alto rango, parlando a no me loro che tu assumessi l'incarico, che, dato che nelle tue mani avevi di diritto e di fatto i pieni poteri di un pretore, tu ti preparassi come loro guida e capo al fine di annientare quel piccolo manipolo di schiavi, ebbene, non solo non ne volesti sapere, ma, trovan doti proprio in quel momento sulla spiaggia, non evitasti che quella tua Terzia, che ti eri tirata dietro dalla Sicilia, si esibisse agli sguardi di tutti;quanto poi ai cittadini di Valenza, appartenenti a un municipio così illustre e fa moso, tu desti loro la tua risposta su una questione di così rilevante interesse indossando una tunica scura, di lana grezza, e una mantellina di tipo greco
Quid hunc proficiscentem, quid in ipsa provincia fecisse existimatis qui, cum iam ex provincia non ad triumphum sed ad iudicium decederet, ne illam quidem infamiam fugerit quam sine ulla voluptate capiebat Cosa credete che abbia fatto al momento della partenza da Roma e poi nella sua provincia uno che, ormai allontanandosi dalla provincia non per ricevere onori del trionfo ma per affrontare un processo, non sottrasse neppure a quellinfamia, che si procurava senza ricavarne alcuna soddisfazione
[41] O divina senatus frequentis in aede Bellonae admurmuratio [41] Fu davvero profetico quel mormorio di disapprovazione dal senato in seduta plenaria nel tem pio di Bellona
Memoria tenetis, iudices, cum advesperasceret et paulo ante esset de hoc Tempsano incommodo nuntiatum, cum inveniretur nemo qui in illa loca cum imperio mitteretur, dixisset quidam Verrem esse non longe a Tempsa, quam valde universi admurmuraverint, quam palam principes dixerint contra impresso nella vostra memoria, o giu dici quando calava la sera e poco prima era stata la notizia di questo disastro di Tempsa, quando non si trovava nessuno da poter mandare con pieni poteri in quella località, allorché uno disse che non lontano da Tempsa c'era Verre, quale forte mormorio di disapprova zione si levò da un capo all'altro dell'assemblea e quanto chiaramente i senatori si opposero
Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 02; 26-30 (visits 231)
Et his tot criminibus testimoniisque convictus in eorum tabella spem sibi aliquam proponit, quorum omnium palam causa incognita voce damnatus est E dunque costui, riconosciuto colpevole sulla base di tali e tanti capi d'accusa e testimonianze ripone una qualche speranza nel segreto di coloro dalla cui voce concorde è già stato ente condannato prima ancora che il processo sia istruito
[XVII, 42] Esto; nihil ex fugitivorum bello aut suspicione belli laudis adeptus est, quod neque bellum eius modi neque belli periculum fuit in Sicilia, neque ab isto provisum est ne quod esset; at vero contra bellum praedonum classem habuit ornatam diligentiamque in eo singularem, itaque ab isto praeclare defensa provincia est [XVII, 42] E sia pure; Verre non conseguì nessuna gloria dalla guerra degli schiavi in rivolta o almeno dal sospetto di una tale guerra, perché in Sicilia non ci fu né una guerra di questo genere né un pericolo di guerra né provvedimenti da parte sua per impedire lo scoppio di un simile flagello; ma in compenso tenne la flotta equipaggiata per opporsi alla guerra dei corsari e nel far ciò di mostrò un'operosità straordinaria, per cui si può concludere che da parte dell'imputato la provincia è stata egre giamente difesa
Sic de bello praedonum, sic de classe Siciliensi, iudices, dicam ut hoc iam ante confirmem, in hoc uno genere omnis inesse culpas istius maximas avaritiae, maiestatis, dementiae, libidinis, crudelitatis Allora io, o giudici, della guerra contro i corsari e della flotta siciliana vi parlerò in termini tali che posso precisare fin d'ora che proprio in questo settore della sua attività, considerato a sé stante, a accumulano tutte le sue colpe più gravi, come l'avidità, l'alto tradimento, l'aberrazione, la lussuria, la crudeltà
Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 01; 11-15 (visits 39)
Haec dum breviter expono, quaeso, ut fecistis adhuc, diligenter attendite Mentre espongo brevemente questi punti, vi prego di prestare attenzione, come avete fatto sino ad ora
[43] Rem navalem primum ita dico esse administratam, non uti provincia defenderetur, sed uti classis nomine pecunia quaereretur [43]In primo luogo sostengo che egli ha amministrato il settore della marina non già pensando alla difesa della provincia ma preoccupandosi di far soldi col pretesto della flotta
Superiorum praetorum consuetudo cum haec fuisset, ut naves civitatibus certusque numerus nautarum militumque imperaretur, maximae et locupletissimae civitati Mamertinae nihil horum imperavisti La consuetudine dei governatori precedenti quella di imporre alle città siciliane la fornitura di navi e di un numero prefissato di marinai e di soldati, tu invece non hai imposto nessuna di queste condizioni alla ' grandissima e ricchissima città di Messina

Now I feel...