Cicerone, In Verrem: 02; 04-106-110

Cicerone, In Verrem: 02; 04-106-110

Cultura. Lunedi, 09 Ottobre 2017. visite: giorni 91 Classifica 28.7 %

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 04-106-110

[106] Vetus est haec opinio, iudices, quae constat ex antiquissimis Graecorum litteris ac monumentis, insulam Siciliam totam esse Cereri et Liberae consecratam [106] Questa vecchia tradizione, o giudici, che consta di scritti e monumenti greci molto antichi, dice che tutta lisola di Sicilia è stata consacrata a Cerere e a Libera
Hoc cum ceterae gentes sic arbitrantur, tum ipsis Siculis ita persuasum est ut in animis eorum insitum atque innatum esse videatur Per gli altri popoli sono credenze, i Siciliani stessi sono così convinti da sembrare che sia unidea insita e connaturata al loro spirito
Nam et natas esse has in his locis deas et fruges in ea terra primum repertas esse arbitrantur, et raptam esse Liberam, quam eandem Proserpinam vocant, ex Hennensium nemore, qui locus, quod in media est insula situs, umbilicus Siciliae nominatur Infatti credono che queste dee siano nate in quei luoghi, e che le coltivazioni siano state introdotte per la prima volta in quella terra e che Libera, che è chiamata Proserpina, sia stata rapita nel bosco di Enna , il cui luogo, che è sito in mezzo allisola, è chiamato ombelico della Sicilia
Quam cum investigare et conquirere Ceres vellet, dicitur inflammasse taedas iis ignibus qui ex Aetnae vertice erumpunt; quas sibi cum ipsa praeferret, orbem omnem peragrasse terrarum Quando Cerere volle investigare e cercare quella, si dice che abbia incendiato le torce con quelle fiamme che si sprigionano dalla cima dellEtna, avendo portato le stesse davanti a sé, abbia vagato per tutto il mondo
[107] Henna autem, ubi ea quae dico gesta esse memorantur, est loco perexcelso atque edito, quo in summo est aequata agri planities et aquae perennes, tota vero ab omni aditu circumcisa atque directa est; quam circa lacus lucique sunt plurimi atque laetissimi flores omni tempore anni, locus ut ipse raptum illum virginis, quem iam a pueris accepimus, declarare videatur [107] Enna, poi, dove, stando alla leggenda, si svolsero i fatti che dico, sta in un luogo assai elevato e dominante, dove sulla sommità cè un tratto di terreno piano e con perenne acqua; ma da ogni accesso tutta è scoscesa e tagliata a picco; intorno ci sono molti laghi e boschi e vivacissimi fiori in ogni stagione dellanno, cosicchè il luogo stesso sembra rivelare quel rapimento della vergine, che abbiamo sentito sin dalinfanzia
Etenim prope est spelunca quaedam conversa ad aquilonem infinita altitudine, qua Ditem patrem ferunt repente cum curru exstitisse abreptamque ex eo loco virginem secum asportasse et subito non longe a Syracusis penetrasse sub terras, lacumque in eo loco repente exstitisse, ubi usque ad hoc tempus Syracusani festos dies anniversarios agunt celeberrimo virorum mulierumque conventu Infatti, vicino cè una spelonca profonda ad aquilone, di smisurata alltezza, da dove sia uscito il padre degli Inferi improvvisamente con il carro e abbia preso da quel luogo la fanciulla portandola con sé e poi dun trattto, non lontano da Siracusa sia penetrato sotto terra, e si sia formato subito in quel luogo un lago, dove fino ai nostri giorni i Siracusani celebrano tutti gli anni una festa a cui accorre una folla molto nutrita di uomini e donne
Propter huius opinionis vetustatem, quod horum in his locis vestigia ac prope incunabula reperiuntur deorum, mira quaedam tota Sicilia privatim ac publice religio est Cereris Hennensis Per lantichità di questa credenza, dove in questi luoghi si trovano tracce e quasi la culla di queste divinità, in tutta la Sicilia è diffusa sia a livello privato che pubblico una devozione incredibile per la Cerere di Enna
Etenim multa saepe prodigia vim eius numenque declarant; multis saepe in difficillimis rebus praesens auxilium eius oblatum est, ut haec insula ab ea non solum diligi sed etiam incoli custodirique videatur Infatti molti prodigi indicano lefficacia della protezione divina e spesso il suo aiuto ha soccorso molti in difficoltà, al punto tale che questisola non solo sia prediletta da lei, ma anche sia abitata e sia concesso il patrocinio
[108] Nec solum Siculi, verum etiam ceterae gentes nationesque Hennensem Cererem maxime colunt [108] Non solo i Siciliani, ma anche le altre genti e nazioni tributano un culto alla Cerere di Enna
Etenim si Atheniensium sacra summa cupiditate expetuntur, ad quos Ceres in illo errore venisse dicitur frugesque attulisse, quantam esse religionem convenit eorum apud quos eam natam esse et fruges invenisse constat Infatti, se per un desiderio irrefrenabile sono spinti ai misteri degli Ateniesi, presso i quali Cerere si dice fosse giunta durante quelle peregrinazioni, e avesse portato i cereali, quale grande devozione si trova là dove si sa che essa è nata e ha scoperto i cereali

Adesso mi sento...