Cicerone, In Verrem: 02; 03-91-95

Cicerone, In Verrem: 02; 03-91-95

Latino: dall'autore Cicerone, opera In Verrem parte 02; 03-91-95

[XCI] At in Sicilia factitatum est [XCI]Mq in Sicilia questa era la prassi consueta
Quae est ista condicio Siciliae Quale è mai codesta situazione particolare di cui gode la Sicilia
Cur quae optimo iure propter vetustatem, fidelitatem, propinquitatem esse debet, huic praecipua lex iniuriae definitur Perché per una provincia che ha diritto a una condi zione privilegiata per la sua antichità, la sua fedeltà, la vicinanza a Roma, si stabilisce una legge speciale di so praffazione
[212] Sed in ista ipsa Sicilia non quaeram exemplum foris: hoc ipso ex consilio utar exemplis [212] Ma anche per quanto riguarda pre cisamente la Sicilia non cercherò fuori di qui un esempio: prenderò gli esempi da questa giuria stessa
C Marcelle, te appello Gaio Marcel lo, mi rivolgo a te
Siciliae provinciae, cum esses pro consule, praefuisti: num quae in tuo imperio pecuniae cellae nomine coactae sunt Hai esercitato, come proconsole, il governo della provincia di Sicilia: durante il tuo coman do è stato forse preteso del denaro a titolo di approvvi gionamento per il governatore
Neque ego hoc in tua laude pono: alia sunt tua facta atque consilia summa laude digna, quibus illam tu provinciam adflictam et perditam erexisti atque recreasti; nam hoc de cella ne Lepidus quidem fecerat, cui tu successisti Ed io non ti faccio un merito di non averlo preteso: altre sono le tue azioni e le tue decisioni degne del più grande elogio, quelle con cui hai risollevato e risanato quella provincia abbattuta e ro vinata; infatti, nemmeno il tuo predecessore Lepido aveva impiegato questo sistema per il suo appannaggio
Quae sunt tibi igitur exempla in Sicilia cellae, si hoc crimen non modo Marcelli facto, sed ne Lepidi quidem potes defendere Quali esempi dunque puoi citare a questo proposito in Sicilia, se non sei in grado di respingere questa imputa zione appellandoti non dico al comportamento di Mar cello ma neppure a quello di Lepido
[213] An me ad M Antoni aestimationem frumenti exactionemque pecuniae revocaturus es [213] O hai forse intenzione di ricordarmi Marco Antonio, la sua stima del frumento e le sue estorsioni di denaro
Maybe you might be interested
Cicerone, In Verrem: 02; 41-45 (visits 21)
'Ita,' inquit, 'ad Antoni'; hoc enim mihi significasse et adnuisse visus est Proprio co sì dice ti ricordo l'esempio di Antonio; questo infatti mi è parso intendesse con il suo cenno di assenso

Notifications