We use cookies to track usage and preferences

Cicerone, De Domo sua: 41 - 45

Cicerone, De Domo sua: 41 - 45

Latino: dall'autore Cicerone, opera De Domo sua parte 41 - 45

[41] Si et sacrorum iure pontifices et auspiciorum religione augures totum evertunt tribunatum tuum, quid quaeris amplius [41] Se i pontefici, per il diritto sacrale, e gli Auguri, per la religione degli Auspici, distruggono tutto il tuo tribunato, cosa ancora cerchi
Maybe you might be interested
an etiam apertius aliquod ius populi atque legum cè forse qualche diritto più chiaro di quello del popolo e delle leggi
Maybe you might be interested
Hora fortasse sexta diei questus sum in iudicio, cum C Antonium, conlegam meum, defenderem, quaedam de re publica, quae mihi visa sunt ad illius miseri causam pertinere Forse verso lora sesta del giorno mi sono rammaricato in giudizio, difendendo il mio amico Caio Antonio, di alcune cose riguardanti la repubblica, che mi sono sembrate pertinenti alla causa di quello sventurato
Maybe you might be interested
Haec homines improbi ad quosdam viros fortis longe aliter atque a me dicta erant detulerunt Uomini disonesti riportarono ad alcuni uomini valorosi cose molto diverse da quelle che erano state dette da me
Hora nona illo ipso die tu es adoptatus Allora nona di quello stesso giorno tu sei stato adottato
Maybe you might be interested
Si quod in ceteris legibus trinum nundinum esse oportet, id in adoptione satis est trium esse horarum, nihil reprehendo; sin eadem observanda sunt, iudicavit senatus M Drusi legibus, quae contra legem Caeciliam et Didiam latae essent, populum non teneri Se nelle altre leggi occorrono per la promulgazione dicissette giorni, mentre nelle adozioni soltanto tre ore, io non discuto; ma se si devono osservare le stesse modalità, il senato giudicò che il popolo non era obbligato alle leggi di Marco Druso, le quali erano state fatte contro la legge Cecilia e Didia
[42] Iam intellegis omni genere iuris, quod in sacris, quod in auspiciis, quod in legibus sit, te tribunum plebis non fuisse [42] Comprendi ormai che secondo ogni tipo di diritto, che sia quello sacrale, che sia quello degli Auspici, che sia quello delle leggi civili, tu non sei stato tribuno della plebe
At ego hoc totum non sine causa relinquo Ma io tralascio tutto ciò non senza motivo
Video enim quosdam clarissimos viros, principes civitatis, aliquot locis iudicasse te cum plebe iure agere potuisse; qui etiam de me ipso, cum tua rogatione funere elatam rem publicam esse dicerent, tamen id funus, etsi miserum atque acerbum fuisset, iure indictum esse dicebant; quod de me civi ita de re publica merito tulisses, funus te indixisse rei publicae, quod salvis auspiciis tulisses, iure egisse dicebant Mi accorgo infatti che alcuni uomini molto illustri, principi della città, in alcuni luoghi, hanno giuducato che tu potessi legittimamente trattare per la plebe; essi, ed anche io stesso, pur affermando che con la tua richiesta avevo portato a morte la repubblica, tuttavia tale funerale, benchè fosse triste e penoso, era stato indetto secondo le leggi; essi dicevano anche che con quello che avevi fatto riguardo a me e così nei riguardi della repubblica, avevi annunziato il funerale della repubblica, quello che avevi fatto, lasciando salvi gli Auspici, lavevi fatto secondo il diritto
Qua re licebit, ut opinor, nobis eas actiones non infirmare, quibus illi actionibus constitutum tribunatum tuum comprobaverunt Per la qual cosa, come credo, per noi sarà lecito non invalidare quegli atti con i quali essi approvarono il tuo tribunato già stabilito
Following pages
Virgilio, Eneide: Libro 04 - L’AMORE DI DIDONE
Virgilio, Eneide: Libro 04 - L’AMORE DI DIDONE
Plauto, Miles Gloriosus: Actus II, 79-155
Plauto, Miles Gloriosus: Actus II, 79-155
Petronio, Satyricon: 111-131
Petronio, Satyricon: 111-131
Virgilio, Eneide: Libro 12 - LE STRAGI DI ENEA E DI TURNO
Virgilio, Eneide: Libro 12 - LE STRAGI DI ENEA E DI TURNO
Terenzio, Adelphoe: Actus IV, 610-634
Terenzio, Adelphoe: Actus IV, 610-634
Terenzio, Hecyra: Actus II, 274-280
Terenzio, Hecyra: Actus II, 274-280
Terenzio, Eunuchus: Prologus
Terenzio, Eunuchus: Prologus
Cicerone, Filippiche: 11; 16-20
Cicerone, Filippiche: 11; 16-20
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 27, Paragrafi 102-110
Plinio il Vecchio, Naturalis Historia: Libro 27, Paragrafi 102-110