Breve descrizione dell’Ermetismo

Breve descrizione dell’Ermetismo

Il periodo tra le due guerre vede un’evoluzione fondamentale del linguaggio letterario

Un contributo essenziale viene dal movimento dell'Ermetismo del quale Giuseppe Ungaretti viene considerato il maestro soprattutto a partire dalla sua seconda raccolta " Il sentimento del tempo" punto di riferimento per Salvatore Quasimodo.

La lirica ermetica riprende ed esaspera alcuni tratti del linguaggio poetico simbolista a partire dall'uso sistematico dell'analogia e della metafora. In questo modo la poesia rifiuta la storia e costruisce significati metaforici fuori dal tempo cui corrispondono procedimenti stilistici tendenti all'astrazione, all'indeterminazione e alla generalizzazione.

I tratti caratteristici della scuola ermetica sono:

•    l'abolizione dell'articolo determinativo

•    l'oscurità derivate dall'estrema concisione e concentrazione del linguaggio in sintonia della poetica dell'essenzialità di Ungaretti nell' "Allegoria di naufragi"

La poesia diventa un prodotto elitario riservato ad un pubblico ristrettivo. Eugenio Montale si colloca a metà strada tanto che alcuni critici lo avvicinano all'ermetismo perché lo considerano il capostipite della "poesia degli oggetti".