Appunti: peste nera nella Guerra dei cent’anni

Appunti: peste nera nella Guerra dei cent’anni

Abbiamo un crollo della popolazione, elemento significativo, da tenere in considerazione, da cui ha origine la peste

In Europa, dopo la crescita demografica, arriva la crisi, si ha quindi una curva demografica, diminuzione delle nascite, morte precoce (si nasce di meno, si muore prima). Un altro elemento considerevole è il fatto che si siano sviluppate città in luoghi di massima densità abitativa. La peste arriva tra il 1347 e il 1351. Quella che per noi è un'epidemia, la peste nera, per gli uomini di quel tempo, fu un flagello, un qualcosa di afferente all'ambito religioso.
Il dato interessante è la percezione che si ebbe di quel fenomeno. La peste era una malattia fulminante, con tempi brevissimi, che portava alla morte nel giro di una decina di giorni; l’epidemia incuteva nell’animo degli uomini intanto la paura di essere sterminati come specie umana, infatti veniva chiamata “terrore”, “falce sterminatrice”. Non si riusciva a capire la fonte della sua origine. La scarsa igene, i topi, il bacillo, la promiscuità: sono parole rassicuranti; eliminandole, la peste non si dovrebbe avere. La peste era contemplata anche nella scrittura biblica e questo fa pensare ad una maledizione mandata da Dio.
Non esistevano cure e terapie per la peste: un metodo è rappresentato dalla quarantena. Un gruppo di persone cominciò però a studiare, dopo una battuta d’arresto che causò la perdita di circa 1/3 di abitanti. Dopo questa regressione però, ci fu un nuovo slancio vitale. I rimedi contro la peste furono: abbandonare immediatamente la zona colpita (come ci racconta Boccacio nel decameron), purificare l’aria con l’accensione di grandi falò, emanazione di incenso, emanazione dei salassi (le sanguisughe che, applicate in varie zone del corpo, ne succhiano il sangue e favoriscono un ricambio).
Oltre alla peste ci troviamo anche nel contesto delle guerre, fatte dall’uomo, e fatte durare molto tmepo. Un esempio è la guerra dei cent’anni (1337-1453). Le cause scatenanti sono varie: poteri locali, monarchie dinastiche, ma anche questioni religiose. Filippo II decide di estendere i suoi domini sulle Fiandre, legato all’Inghilterra dal punto di vista commerciale. Il re della Francia non ha il controllo totale della Francia, ma lo condivide in parte con gli inglesi. Protagonisti di questa lunga guerra furono i francesi e gli inglesi, le Fiandre furono l’oggetto del contendere.

Now I feel...